Tutte le notizie - Portorose e Pirano

Tutte le notizie

La primavera vi invita a visitare l’Istria slovena

L’entroterra istriano offre innumerevoli opportunità per l’attività ciclistica ed escursionistica. Uno tra i sentieri più apprezzati in questo senso è sicuramente la Parenzana, ovvero il sentiero della salute e dell’amicizia. Dopo aver noleggiato la bicicletta presso il Centro di informazioni turistiche nel Palazzo Pretorio di Capodistria, in piazza Tito, potrete avventurarvi alla scoperta dei paesini istriani fino alle località di Hrastovlje (Cristoglie), Sočerga (Socerga) o Socerb (San Servolo). Altrimenti potrete scegliere un’altra direzione seguendo la vecchia strada del Litorale che vi condurrà fino alla cittadina di Isola e più avanti fino a Strugnano e Pirano.

Isola offre numerose opportunità per la ricreazione nella natura. Potete intraprendere uno dei sentieri escursionistici o ciclistici lungo l’entroterra di Isola e attraversare prati e vigneti fino a raggiungere i pittoreschi paesini istriani. Per esempio, potete scegliere il lungo sentiero per la collina, che vi condurrà fino alle località di Baredi e Šared dove potrete visitare siti archeologici di notevole interesse e  fonti d’acqua un tempo molto importanti.

Anche l’entroterra di Capodistria vanta una fitta rete di sentieri escursionistici e ciclistici. Lungo il Sentiero delle cascate potrete scoprire piccole cascate mozzafiato. Rimarrete altrettanto meravigliati dalle bellezze naturali delle valli dei fiumi Dragogna e Risano. Durante l’esplorazione della campagna istriana è assolutamente consigliato fermarsi anche a Padna (Padena), un villaggio idilliaco del comune di Pirano, dove verrete accolti dalla quiete e da panorami meravigliosi sui colli circostanti e sul golfo di Pirano. Padena è resa ancor più attraente dall’ospitalità dei suoi abitanti. La famiglia Pucer vi accoglierà a braccia aperte nella loro Fattoria Padnjec, dove sotto a un gelso maestoso avrete l’occasione di fare una piacevole chiacchierata ammirando i loro uliveti e la valle del Dragogna e degustando varie prelibatezze nonché il loro olio d’eccellenza, frutto di più di cent’anni di tradizione.

Un altro validissimo motivo per visitare l’Istria slovena è la gastronomia. Alla fine del mese di marzo avrà luogo il Festival dell’asparago. Gli asparagi selvatici, il tarassaco e altre bontà primaverili vi saranno servite anche in numerose trattorie, fattorie e ristoranti.

 

Alla scoperta dei parchi regionali

Se desiderate ammirare le bellezze naturali, potete visitare anche i parchi regionali – le Saline di Sicciole, Strugnano e Punta Grossa (Debeli rtič). In quest’ultima destinazione potrete scoprire le bellezze naturali attraverso tre sentieri ricreativi adatti sia agli sportivi professionisti sia per quelli ricreativi. Il percorso dei sentieri è consultabile sul sito www.visitankaran.si, dove sono a vostra disposizione anche utili esercizi di resistenza fisica, coi quali potrete verificare il sentiero più adatto a voi nonché calcolare le calorie consumate durante l’attività ricreativa. Durante l’escursione potrete inoltre soffermarvi ad ammirare il paesaggio e consultare le tabelle interpretative che vi illustreranno in maggior dettaglio la flora e la fauna del parco regionale.

Un’ottima idea può essere quella di percorrerei sentieri escursionistici di Pirano, che vi condurranno attraverso paesaggi pittoreschi e ricchi e vi offriranno meravigliosi panorami sulle intramontabili saline, sull’area di falesia di flysch più alta della parte orientale dell’Adriatico, sulla fotogenica Baia della Luna e su altri paesaggi eccezionali. I sentieri attraversano boschi, la Pirano medievale, e il Parco regionale di Strugnano, passando accanto al tracciato della vecchia ferrovia Parenzana, ai laghi di Fiesso e alle imponenti sculture di Forma viva.

 

*****

Foto 1: Il 21 marzo si terrà a Isola il 7o grande premio dell'Istria slovena. (Foto: Unione ciclistica slovena)

Foto 2: Passeggiando tra i vigneti della Punta Grossa (Foto: Archivio di Adria Ankaran)

Foto 3: Padna. (Foto: Jaka Ivančič)

Foto 4: Il sentiero delle cascate. (Foto: Jaka Ivančič)

*****