Tutte le notizie - Portorose e Pirano

Tutte le notizie

I tre più belli sentieri escursionistici in riva al mare

Scoprite i tre più belli sentieri escursionistici circolari in riva al mare. Ben ventotto chilometri di sentieri pittoreschi attendono gli escursionisti per fargli scoprire gli angoli nascosti di Portorose, Pirano, Sezza e Strugnano.

La destinazione Portorose & Pirano vi sorprenderà con molti angoli nascosti e uno dei modi più piacevoli per scoprirli sono le lunghe passeggiate in riva al mare. Venite a scoprire tre sentieri circolari nella zona di Pirano e respirate a pieni polmoni. Inspirate la salubre aria di mare passeggiando lungo i sentieri che conducono attraverso paesaggi pittoreschi e variegati, regalandovi splendide viste sulle saline con la loro bellezza eterna, sulla più alta falesia di flysch dell'Adriatico orientale, sul fotogenico Golfo della Luna e altri paesaggi unici che la destinazione Portorose & Pirano è orgogliosa di rivelare. I sentieri conducono attraverso boschetti, la città medievale Pirano, il Parco paesaggistico di Strugnano, nonché lungo il percorso dell'ex ferrovia a scartamento ridotto Parenzana, alle le rive dei laghetti di Fiesso e attraverso il parco Forma Viva con le sue imponenti sculture. Il punto di partenza di tutti e tre i sentieri si trova a Portorose, da dove gli escursionisti possono proseguire in direzione di Pirano, Strugnano o Sezza. Ogni giro può essere percorso in due o tre ore, rendendo i percorsi particolarmente adatti alle famiglie con bambini e agli sportivi ricreativi.

  

1. Il sentiero di Pirano (9 km / 2 h 30 min)

Il percorso che circonda la città vi farà conoscere Pirano in una luce molto speciale. L'escursione inizia tra i giardini di Portorose per proseguire in salita fino a Croce Bianca, dove ben presto si apre la vista sul bellissimo golfo di Trieste e, bel tempo permettendo, anche sulle montagne con il monte Triglav. Una breve discesa  vi porterà fino ai due laghetti di Fiesso, da dove proseguirete la vostra passeggiata sotto una falesia, direttamente sul mare. La vista della famosa sagoma della chiesa di San Giorgio annuncerà il vostro arrivo a Pirano, dove il percorso si fonderà con le strette vie acciottolate. Proseguendo intorno al romantico faro sulla Punta di Pirano ritornerete verso Portorose passeggiando per il famoso lungomare. Lungo la strada, da non perdere i resti della chiesetta di San Bernardino!

2.  Il sentiero di Strugnano (12 km / 3 h)

Il sentiero di Strugnano inizia con il misterioso tunnel Valletta, attraverso il quale, cento anni fa scorreva la ferrovia a scartamento ridotto Parenzana. Presto vi ritroverete in mezzo al Parco naturale di Strugnano, dove potrete salire fino all'orlo della falesia più alta dell'Adriatico orientale, che vi regalerà una vista da togliere il fiato sulla Baia della Luna. Il sentiero vi porterà lungo il bordo della falesia, attraverso un affascinante boschetto mediterraneo, per ricondurvi alle Saline di Strugnano. Attualmente, il passaggio attraverso le saline è chiuso a causa dei lavori di manutenzione; vi consigliamo quindi di proseguire il percorso lungo il bordo delle saline. Anche da qui potrete ammirare i campi di sale e, in lontananza, la chiesa di San Giorgio di Pirano. Se potete, concedetevi un rinfrescante bagno nel mare prima di proseguire verso Pazzugo e Fiesso, per poi tornare nella vivace Portorose.

 3. Il sentiero di Sezza (7 km / 2 h)

Mare, saline e quiete - se volete ritirarvi in un altro mondo, allora il sentiero di Sezza è la scelta giusta. Dal centro di Portorose proseguirete in salita per la leggermente periferica Via ombrata, che vi condurrà a Lucia. Lì, il sentiero, immerso nell'ombra degli alberi vi porterà in alto, fino alla verde penisola di Sezza. Passeggiando tra gli uliveti godrete delle splendide viste sulle Saline di Sicciole, che sono tra le poche dove il sale si produce secondo una tradizione secolare. Fra poco sarete accolti dalle singolari sculture in pietra del parco Forma Viva, da dove potrete ammirare Portorose da una prospettiva diversa. Una discesa di gradini vi condurrà alle vecchie barche di legno nel vecchio cantiere di Sezza. Per ravvivare la vostra passeggiata potrete visitare il centro fitness all'aperto, oppure il giardino dei cactus, o l'allevamento ittico di branzini. Passato il campeggio di Lucia, il sentiero vi riporterà a Portorose.

I sentieri sono sicuri, ordinati e ben segnalati. Per aiutarvi con l'orientamento sono stati disposti nove cartelloni del sistema, mentre lungo i sentieri segnalati ci sono anche dei piccoli cartelli che indicano le direzioni da seguire. La cartina dei percorsi è disponibile nei centri di informazione turistica di Portorose e Pirano e sul sito web www.portoroz.si.


******
Foto: Jaka Ivančič, Branko Furlanič.